DAL 12 NOVEMBRE
IN LIBRERIA E SU TABLET

GENTE DOVUNQUE

Accanto alla sbornia di serie tv e format sempre più elaborati, negli ultimi anni si è andata affermando una televisione che ha per protagonisti gli sconosciuti, le cui storie sono raccontate avendo come modello le narrazioni seriali molto più che il documentario. Non c'è davvero più nulla che non possa essere rappresentato: al contrario, andare alle origini del privato - di qualsiasi privato, anche di quelli più oscuri e apparentemente minori - è la condizione essenziale per partecipare a questa tv.  Più dei telefilm, la tv delle gente comune, il factual, rappresenta il nuovo: ciò che c'è sempre stato, e ora incarna lo spirito del tempo.